RSS
Galleria

La maga della mutua

03 Mar
La maga della mutua

Ecco, lo sapevo.
Anche quest’anno le mie previsioni per gli Oscar si sono ampiamente avverate.
Non che ci volesse la sfera di cristallo per intuire che 12 anni schiavo avrebbe preso la statuetta come miglior film, che Matthew McConaughey e Jared Leto di Dallas Buyers Club la meritavano tutti e due e che La grande bellezza era molto ben posizionato.
In fondo basta vedere a chi assegnano i Golden Globe, per farsi un’idea attendibile di chi i bookmaker daranno vincente agli Oscar.

Già meno prevedibili erano Cate Blanchett per Blue Jasmine (che non ho visto) e Lupita Nyong’o di 12 anni schiavo, che avevano come rivali, rispettivamente, gente del calibro di Judy Dench o Meryl Streep la prima, e di Julia Roberts o Jennifer Lawrence la seconda.

slaveAl di là delle singole prestazioni, però, una cosa mi sento di dire, e l’ho pensata subito sabato notte, alla fine della sconvolgente visione del film di McQueen: che quando si offre al pubblico un prodotto di una violenza così intenzionalmente rivoltante, qualsiasi capacità analitica ed estetica da parte dello spettatore è sopraffatta da quelle etiche.
Certe scene, che a me – e, mi risulta, a molti altri – hanno ricordato La passione di Mel Gibson, sono così oscene (dal latino ob scaena, fuori scena) da essere nel contempo superflue e fastidiose.
Al punto da fartene rimpiangere altre del buon Tarantino, che in Django unchained prevedeva sì una feroce lotta tra mandinghi, con il vincitore che nel finale cavava gli occhi allo sconfitto, ma non sentiva il bisogno di mostrarcela: bastavano i suoni fuori scena a raggelarci.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 marzo 2014 in Salva & riguarda

 

Tag: , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: