RSS
Galleria

Bisogni, desideri e domanda secondo Kotler

12 Mar

Ecco un uomo che non ha bisogno di presentazioni: per chiunque si occupi di marketing, negli Usa e nel resto del mondo, Philip Kotler è semplicemente il guru. E siccome il mondo cambia in continuazione e scrivere libri non basta mai per essere sul pezzo, ha anche una sua società di consulenza con un suo sito web.
Leggerne l’opera in lingua originale stimola, arricchisce e non è neppure particolarmente complicato.
Qui un piccolo saggio, seguito dalla traduzione italiana. Kotler sta concettualizzando alcune differenze chiave (bisogni, desideri, domanda) e ne approfitta per… riflettere su alcuni stereotipi: il marketing che crea bisogni indotti artificialmente, e dare la sua opinione in materia.

A useful distinction can be drawn between needs, wants, and demands. A human need is a state of felt deprivation of some basic satisfaction. People require food, clothing, shelter, safety, belonging, esteem, and a few other things for survival. These needs are not created by their society orby marketers; they exist in the very texture of human biology and the human condition.Wants are desires for specific satisfiers of these deeper needs. (…) Although people’s needs are few, their wants are many. Human wants are continually shaped and reshaped by social forces and institutions, such as churches, schools, families, and business corporations.Demands are wants for specific products that are backed by an ability and willingness to buy them. Wants became demands when supported by purchasing power. Many people want a Mercedes; only a few are able and willing to buy one.Companies must therefore measure not only how many people want their product but, more important, how many would actually be willing and able to buy it.These distinction shed light on the frequent charge by marketing critics that “marketers create needs” or “marketers get people to buy things they don’t want”. Marketers do not create needs; needs preexist marketers. Marketers, along with other influencers in the society, influence wants. They promote the idea that a Mercedes would satisfy a person’s need for social status. Marketers, however, do not create the need for social status.Marketers influence demand by making the product appropriate, attractive, affordable, and easily available to target consumers.

(Philip Kotler, Marketing management, VIII ed., USA 1994, p. 7)

Libera traduzione mia:

Si può tracciare un’utile distinzione tra bisogni, desideri e domanda. Un bisogno umano è la percezione della privazione di una qualche necessità basilare. Le persone hanno bisogno di cibo, abiti, rifugio, sicurezza, appartenenza, stima e di alcune altre cose per sopravvivere. Questi bisogni non sono creati dalla loro società o dal marketing; essi esistono nella sostanza stessa della biologia e della condizione umana.
I desideri riguardano oggetti che soddisfino nello specifico questi bisogni innati. (…) Benché i bisogni delle persone siano pochi, i loro desideri sono molti. I desideri umani vengono continuamente modellati e rimodellati da forze sociali e istituzioni, come religione, scuola, famiglia e industria.
La domanda è il desiderio di un prodotto specifico, supportata dalla possibilità e dalla volontà di comprarlo. I desideri diventano domanda se supportati dal potere d’acquisto. Molte persone desiderano una Mercedes; solo poche hanno la volontà e la possibilità di comprarne una. Le aziende devono quindi misurare non solo quante persone desiderano i loro prodotti ma, più importante, quante hanno effettivamente intenzione di comprarli.
Queste distinzioni gettano luce sulla frequente accusa da parte dei critici del marketing secondo la quale “il marketing crea bisogni” o “il marketing induce le persone a comprare cose di cui non hanno bisogno”. Il marketing non crea bisogni: i bisogni preesistono al marketing. Il marketing, assieme ad altri agenti sociali, influenza i desideri. Esso promuove l’idea che una Mercedes soddisferà il bisogno di status sociale di una persona. Il marketing, tuttavia, non ha creato il bisogno di status sociale.
Il marketing influenza la domanda rendendo il prodotto adatto, attraente, conveniente e facilmente disponibile per il suo target di consumatori.

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 12 marzo 2014 in That's all marketing!

 

Tag: , , ,

Una risposta a “Bisogni, desideri e domanda secondo Kotler

  1. web site

    8 febbraio 2016 at 21:42

    I just like the helpful information you supply to your articles.
    I will bookmark your blog and take a look at again here frequently.

    I’m relatively certain I’ll learn a lot of new stuff proper here!
    Best of luck for the next!

    Mi piace

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: