RSS

Il ritorno degli Amanti di Valdaro

11 Apr

Gli Amanti di Valdaro, Mantova

Gli Amanti di Valdaro, Mantova

E’ stata una delle scoperte archeologiche più importanti degli ultimi decenni. Gli Amanti di Valdaro, risalenti al preistorico, saranno finalmente esposti, dopo una lunga attesa, al Museo Archeologico di Mantova a partire dall’11 aprile. Si tratta di uno degli eventi più attesi dalla comunità internazionale, da sempre affascinata dagli scheletri dei due amanti ritrovati nel 2007 in un campo di scavi a Valdaro, quartiere a nord del Comune di Mantova.
Finalmente il giorno è vicino. Il giorno in cui potremo di nuovo guardare quell’abbraccio di un uomo ed una donna del neolitico che da troppo tempo ci è invisibile. Burocrazia, costi e logistica: gli Amanti, divenuti una celebrità mondiale, sono rimasti nella loro teca per anni, con un comitato di pochi mantovani a battersi per esporli in pubblico.

Il 2 aprile si è tenuta una conferenza propedeutica nella sede del Museo Archeologico Nazionale, in piazza Castello, dal tema: Il Museo Archeologico nazionale di Mantova: da mercato dei bozzoli a museo della storia di un territorio. L’11 aprile sarà invece inaugurata l’esposizione definitiva degli Amanti di Valdaro. Appuntamento alle 14,00 con ingresso da piazza Castello. L’evento è organizzato in collaborazione con il Comitato Amanti di Mantova.

Nel febbraio del 2007 la sovrintendenza ai beni culturali di Mantova comunicò il ritrovamento di una sepoltura preistorica nell’ambito degli scavi su una villa romana a Valdaro. L’eccezionalità del ritrovamento consisteva nel fatto che i due scheletri rinvenuti erano stati sepolti di fianco, faccia a faccia, incrociandoli in un abbraccio che coinvolgeva anche gli arti inferiori.
Si tratta dell’unico esempio di sepoltura doppia in Italia Settentrionale. Le foto dei due scheletri provocarono grande emozione e diedero grande celebrità al ritrovamento. A ciò contribuì anche l’approssimarsi della festa di San Valentino durante la quale su molti media, ovunque nel mondo, furono pubblicate come simbolo d’amore eterno le foto dei due amanti.
La cosa buffa è che i due scheletri hanno avuto un forte impatto sulla cultura popolare anche fuori dall’Italia: si pensi che, addirittura, la band anarco-metal Quitting Heaven nel 2009 ha espressamente dedicato loro una canzone dal titolo Skeleton Kiss (il bacio dello scheletro).

INFO

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 11 aprile 2014 in Mantova

 

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: