RSS

E poi una pioggia di farfalle

25 Apr

farfalle liberate a Bogotà

farfalle liberate a Bogotà

Verso il crepuscolo, le farfalle gialle invadevano la casa. Tutte le sere, tornando dal bago, Meme trovava Fernanda disperata, intenta ad uccidere farfalle gialle con lo spruzzatore di insetticida. “Questa è una disgrazia” diceva. “Mi hanno sempre detto che le farfalle notturne portano sfortuna.” Una sera, mentre Meme si trovava ne bagno, Fernanda entrò nella sua stanza per caso, e c’erano tante farfalle che si poteva appena respirare. Afferrò uno straccio qualsiasi per scacciarle, e il cuore le si gelò di terrore quando mise in relazione i bagni notturni di sua figlia coi cataplasmi di senape che erano caduti per terra.

(Gabriel Garcìa Màrquez, Cent’anni di solitudine)

Articolo e fotogallery sulle farfalle liberate ieri a Bogotà, in ricordo dello scrittore.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 aprile 2014 in Momenti di felicità su carta

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...