RSS

Il gatto che accendeva il registratore

22 Giu

Ambientato nel polveroso mondo degli antiquari, molto realistico nel descrivere un quartiere degradato che le autorità lasciano sprofondare sempre più perché non vedono l’ora di aprirlo alla speculazione immobiliare, questo breve giallo ci trasporta per un intero Natale dal Baule del Vecchiume alle Tre Strambe Sorelle, da A tutto Camp al Drago Blu.
Delizioso, insomma.

Il romanzo – uno dei primi scritti dall’autrice (uscì in edizione originale nel 1968) – fa parte del mio primo blocco di acquisti su E-bay: ecco una cosa che non avrei mai pensato di fare, finché innumerevoli esplorazioni per mercatini mi hanno persuasa che i romanzi della Jackson Braun, salvo enormi botte di culo, erano introvabili.
Ho così cercato e scovato un onestissimo venditore genovese (nome d’arte Fedeli alla Terra) che per pochi spiccioli mi ha spedito 4 libri della signora dei siamesi.

Lilian Jackson Braun
Il gatto che accendeva il registratore
(The cat who turned On and Off)
Mondadori 1994
Il Giallo Mondadori n. 2377 – settimanale
Lire 5000

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 giugno 2014 in Momenti di felicità su carta

 

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: