RSS

L’angelo della morte

24 Set

Il bello dei mercatini è che non sai mai cosa ci troverai.
Certi giorni, niente di interessante (e magari comprerai paccottiglia solo per dimostrare a te stesso di non avere perso ore in cambio di zero).
Certe volte, rumando di qua e di là, magari alla ricerca di un giallo Mondadori di un particolare autore su cui ti sei ingiustificatamente fissato, ne scoprirai qualcun altro che non conosci ma che, per qualche motivo, ti attira.

Con Blake è cominciata così.
Con quel titolo così sensazionalistico, da feuilleton in piena regola. Con quella copertina scandalosa, di quando ancora qualche curva femminile poteva dare scandalo in edicola.

Per poi scoprire, a casa, che non esiste nessun Nicholas Blake.
Era lo pseudonimo, alquanto neogotico e certo non casuale, del poeta Cecil Day Lewis.
Irlandese, trapiantato in Inghilterra, uomo di grande bellezza, noto ai più come padre dell’ottimo Daniel, attore.

Questo è il suo ultimo giallo, o meglio l’ultima opera da lui pubblicata, nel 1968, pochi anni prima della morte.
Nemmeno il titolo italiano – così fuorviante, volgarotto – è reale: nell’originale suonava infatti The Private Wound (La ferita privata), e aveva un significato ben preciso legato all’epigrafe shakespeariana del romanzo, che si comprenderà solo da un dialogo verso la fine.

Di Cecil poeta non ho letto, e non so se mai leggerò, una riga.
Ma una cosa la so: il suo giallo è uno dei migliori che abbia mai letto.
Per la finezza psicologica, per la precisione linguistica, per i personaggi ben scolpiti, per la naturalezza della caratterizzazione geografica e storica (l’Irlanda del Nord nel 1939, alla vigilia della guerra), per l’originalità dell’intreccio.

E’ un giallo-non-giallo; non nel senso che vi manchi un omicidio con relative indagini e svelamento finale del colpevole. Il delitto arriva però molto avanti nella trama, e dopo che molte altre cose inquietanti, di natura criminale e non, sono avvenute dentro e fuori dalla psiche del protagonista.
E’ un libro che ti lascia qualcosa dentro.

 

l-angelo-della-morte-nicholas-blakeNicholas Blake
L’angelo della morte
Giallo Mondadori n. 2430
Brossura ISBN-10: A000020910
Arnoldo Mondadori, 1995

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 24 settembre 2014 in Momenti di felicità su carta

 

Tag: , , , , , , ,

Una risposta a “L’angelo della morte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: