RSS

Se una dolce colomba

10 Gen

Ogni tanto capita di leggere qualcosa di lievemente sconcertante, e questo romanzo lo è. Scritto nel 1978, ha un sottile humour british, ma sottile davvero, mai volgare, pur parlando velatamente di omosessualità maschile e di vita sessuale (peraltro inesistente) di donne sulla cinquantina.

Sconcerta perché è chiaramente il prodotto di una mentalità molto più antiquata e molto meno cosmopolita di quanto si presupporrebbe da un’opera di fine anni 70 ambientata a Londra. Il punto di vista predominante, quello di Leonora Eyre, è infatti curiosamente del tutto privo di quel politically correct che, più o meno dagli anni ’90 in poi, fa sì che gli scrittori, se non vogliono essere bollati come bukowskiani, sadiani o peggio, non usino epiteti coloured per i personaggi coloured e non discriminino mai le minoranze etniche, sessuali, religiose etc.

Ora, la Pym tratta con la massima naturalezza e rispetto i suoi personaggi uomini gay o bisessuali, dando invece un ritratto patetico delle donne che si innamorano di uomini più giovani (sì ma cristo, due su due cascano su maschi attratti dal loro stesso sesso!). Oppure, se la protagonista è in taxi, fantastica di essere Rossella O’Hara solo perché il conducente è nero.
Apriti o cielo se poi ha a che fare con gente non-della-sua-classe: la ragazza in jeans, oltre a non lavare i piatti e spolverare poco, sarà irrimediabilmente una sciattona che come rivale non val neanche la pena di prendere in considerazione. E così via.
Del resto parliamo di una donna che rimpiange apertamente l’epoca vittoriana.

Il tutto, però, è sorretto e riscattato sempre da un sorridente – spesso dolceamaro – umorismo, che porta la protagonista a ridere anche di sé, a fermarsi sempre un attimo prima del ridicolo, a preferire una vita senza amore ma egoista, autocentrata e libera a quella passione erotica che sembra sempre il preludio a catastrofi, in primis la perdita di sé, delle proporzioni e della dignità.

Se-una-dolce-colombaBarbara Pym
Se una dolce colomba
Editore: La Tartaruga
ingua: Italiano
Numero di pagine: 162
Formato: Copertina morbida e spillati
Isbn-10: 8877380845
Isbn-13: 9788877380845
Data di pubblicazione: 01/04/1991
Traduttore: Maria Grazia Bellone

 

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 gennaio 2015 in Momenti di felicità su carta

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: