RSS

Archivi categoria: Momenti di felicità su carta

I libri come pestilenza da evitare

Qualche settimana fa, a una cena in pizzeria, c’era una mia conoscente; una bella donna, molto dolce. Parlavamo d’insonnia e di altri problemi comuni.
Lei non solo ha problemi ad addormentarsi, non solo si sveglia nel cuore della notte, non solo ha il risveglio precoce. Fa anche incubi, …

Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13 maggio 2017 in Momenti di felicità su carta

 

Tomaso Montanari e un nuovo saggio su Bernini

In realtà l’opera è uscita nel 2016, per i tipi di Einaudi, ma solo ora se ne comincia a parlare. Io non l’ho ancora acquistata, quindi per ora non la recensirò.

Diciamo subito che il titolo prende spunto dal ciclo di documentari – splendidi – che lo stesso Montanari ha creato con Rai 5: Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 gennaio 2017 in Momenti di felicità su carta

 

Tag: , , , , , , , ,

Una lunga pausa

Bernini, autoritratto su cartaSono una bestia, lo so.
Non si può avere un blog e smettere di aggiornarlo per mesi e mesi.
L’unica scusa valida (quella che forse anche la defunta Carrie Fisher avrebbe accettato nella mitica scena dei Blues Brothers) sarebbe essere naufragata su un’isola deserta e avervi soggiornato, mangiando sano pesce crudo pescato con le mie manine, per tutto questo tempo.

Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 17 gennaio 2017 in Momenti di felicità su carta

 

Tag: , , , , , , ,

Se questo è un romanzo storico

Ovviamente, leggerlo dovevo, perché è finora l’unico romanzo mai scritto su Bernini (o meglio, su Bernini e Borromini, fifty-fifty).
Detto questo, Prange può anche aver venduto molto, ma il romanzo è legnoso e pieno di difetti. Il motivo è molto semplice: l’autore è un tedesco laureato in filosofia dell’illuminismo, e si sente. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 giugno 2016 in Momenti di felicità su carta

 

Tag: , , , , , , , ,

Fantasy, pop e storia inglese. La ricetta di George Martin per Game of Thrones

jaime_lannister

“The things I do for love.”

Che George Martin, per rivitalizzare il fantasy e farne quello che voleva lui e non uno dei tanti cloni delle saghe di Tolkien (illuminante sulle sue idee, sulle sue letture, sugli autori che l’hanno influenzato l’intervista concessa a Rolling Stone nel 2014), attinga a piene mani alla storia inglese non è un segreto per nessuno. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 maggio 2016 in Momenti di felicità su carta

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: